Loading...

ABOUT

Rina Sala Gallo 24 — International Piano Competition

Client / Ass. Monza Musica — Comune di Monza

 

In collaborazione con Musicpress

poster-a3-presentation-mockup-vol-11-1200x860

DETAILS

Nuova identity l’International Piano Competition Rina Sala Gallo (24 settembre – 1 ottobre 2016, Monza – Italy). Il più longevo concorso pianistico italiano, fondato nel 1947 dalla pianista monzese, in collaborazione con Arturo Benedetti Michelangeli. Nel 1970 il Concorso Rina Sala Gallo diventa un concorso biennale internazionale a lei intitolato. Manifestazione aperta, non-stop e gratuita in tutte le sue fasi, le sue prove finali sono vere e proprie maratone pianistiche, che si avvalgono della collaborazione di orchestre sinfoniche di altissimo livello: nel 2014 e di nuovo nel 2016, laVerdi di Milano, dirette da importanti bacchette italiane e internazionali.

Negli stessi giorni, la Monza Music Week, una settimana di appuntamenti gratuiti in città  per avvicinarsi alla musica. Dalla Maratona Pianistica alle letture a tema per bambini e famiglie, dagli incontri con i concorrenti del Concorso agli Street Pianos, dai concerti per ensemble in luoghi tradizionali ai Music Corners all’aperto.

002-inner-pages-magazine-mockup-1200x860
002-inner-pages-magazine-mockup3-1200x860
International Piano Competition Rina Sala Gallo 2016 24th edition. Monza, Italy. Maddalena Giacopuzzi.
002-inner-pages-magazine-mockup2-1200x860
002-inner-pages-magazine-mockup4-1200x860
rina-sala-gallo-2016_%e2%88%8fanna-laviosa_6661

Allestimenti ed interni— Ph. © Anna Laviosa

In arrivo dieci giorni di grande musica al Teatro Manzoni di Monza. Venerdì 26 torna l’appuntamento con il Concorso Pianistico Rina Sala Gallo. Trenta sono i pianisti provenienti da tutto il mondo che si sfideranno con esecuzioni solistiche di brani di Brahms, Liszt, Chopin, Beethoven, nelle varie prove previste, fino alla finale con il concerto per pianoforte e orchestra e alla proclamazione, il 4 ottobre, dei tre vincitori.
Sarà il vincitore dell’edizione precedente, Scipione Sangiovanni, con un concerto ad aprire la XXIII edizione del concorso fondato nel 1947 della pianista monzese da cui prende il nome e dal ventisettenne Arturo Benedetti Michelangeli. Dopo il concerto avverrà il sorteggio per stabilire l’ordine di esibizione durante le prove dei giorni successivi dal 27 settembre al 4 ottobre, giorno in cui si svolgerà la finale. I tre candidati finalisti si contenderanno l’ambito premio Rina Sala Gallo. Il primo classificato si porterà a casa il premio “Città di Monza” offerto dal Comune di Monza che ammonta a 15mila euro. Al secondo vanno 7.500 euro offerti dal Credito Artigiano, al vincitore del terzo premio “Rotary Club di Monza” vanno 5mila euro. Ai tre premi per i finalisti si aggiungono: una borsa di studio offerta dall’Associazione Musicale “Rina Sala Gallo” per un importo pari a 2mila, un premio Bach, in memoria di Emma Sirtori Bonetti, per la migliore esecuzione di una composizione di J.S. Bach eventualmente presentata alla terza prova, e un rimborso di cinquecento euro ai tre concorrenti che non saranno ammessi in finale.
La qualità del Concorso Pianistico Internazionale “Rina Sala Gallo” è garantita dalla giuria che sarà presieduta dal maestro Riccardo Risaliti e ne fa parte il russo Vovka Ashkenazy, che ricopre anche la carica di direttore artistico del Concorso, l’americano Jeffrey Biegel, l’argentina Nora Doallo, l’italiano Roberto Prosseda, il francese Pascal Rogé, l’inglese Graham Scott, il russo Ole
In arrivo dieci giorni di grande musica al Teatro Manzoni di Monza. Venerdì 26 torna l’appuntamento con il Concorso Pianistico Rina Sala Gallo. Trenta sono i pianisti provenienti da tutto il mondo che si sfideranno con esecuzioni solistiche di brani di Brahms, Liszt, Chopin, Beethoven, nelle varie prove previste, fino alla finale con il concerto per pianoforte e orchestra e alla proclamazione, il 4 ottobre, dei tre vincitori.
Sarà il vincitore dell’edizione precedente, Scipione Sangiovanni, con un concerto ad aprire la XXIII edizione del concorso fondato nel 1947 della pianista monzese da cui prende il nome e dal ventisettenne Arturo Benedetti Michelangeli. Dopo il concerto avverrà il sorteggio per stabilire l’ordine di esibizione durante le prove dei giorni successivi dal 27 settembre al 4 ottobre, giorno in cui si svolgerà la finale. I tre candidati finalisti si contenderanno l’ambito premio Rina Sala Gallo. Il primo classificato si porterà a casa il premio “Città di Monza” offerto dal Comune di Monza che ammonta a 15mila euro. Al secondo vanno 7.500 euro offerti dal Credito Artigiano, al vincitore del terzo premio “Rotary Club di Monza” vanno 5mila euro. Ai tre premi per i finalisti si aggiungono: una borsa di studio offerta dall’Associazione Musicale “Rina Sala Gallo” per un importo pari a 2mila, un premio Bach, in memoria di Emma Sirtori Bonetti, per la migliore esecuzione di una composizione di J.S. Bach eventualmente presentata alla terza prova, e un rimborso di cinquecento euro ai tre concorrenti che non saranno ammessi in finale.
La qualità del Concorso Pianistico Internazionale “Rina Sala Gallo” è garantita dalla giuria che sarà presieduta dal maestro Riccardo Risaliti e ne fa parte il russo Vovka Ashkenazy, che ricopre anche la carica di direttore artistico del Concorso, l’americano Jeffrey Biegel, l’argentina Nora Doallo, l’italiano Roberto Prosseda, il francese Pascal Rogé, l’inglese Graham Scott, il russo Ole
double-gate-fold-brochure-mockup-vol-5-1200x759
rina-sala-gallo-2016_%e2%88%8fanna-laviosa_6712
rina-sala-gallo-2016_%e2%88%8fanna-laviosa_6733